Archivi tag: Dresda

Eho Kamera-Fabrik GmbH / Altissa-Camera-Werk

Frontale della box Altissa modello anteguerra
Frontale della box Altissa modello anteguerra

La storia di questa azienda tedesca (ma si dovrebbe forse dire “aziende”) non è semplice da raccontare, perché è formata dal succedersi di una lunga sequenza di imprese commerciali e di avvenimenti che occupano esattamente lo spazio di un secolo; nel titolo, per ovvie ragioni, sono indicate soltanto le due fabbriche più note, che sono anche quelle che hanno avuto maggiore rilevanza per quanto riguarda la produzione di fotocamere. La data più remota alla quale fare riferimento è il 1892, quando a Lipsia viene fondato da Richard Knoll un esercizio commerciale, chiamato Photo Spezialhaus, che tratta articoli fotografici; nel 1904 entra nell’azienda Karl Hubert Schaupt e la semplice vendita si allarga alla riparazione e alla costruzione di parti meccaniche, soprattutto otturatori, con il primo cambiamento di nome, che diventa Photographische Manufaktur Ingenieur Richard Knoll. Già nell’anno successivo Knoll abbandona però l’attività e nel 1910 Schaupt trasferisce il tutto a Dresda (Augsburger Strasse 28) mantenendo comunque la vecchia denominazione. Nel 1918 appare lì nei pressi (Augsburger Strasse 54) un’officina condotta da Emil Hofert, artigiano che nel 1926 rileva anche l’attività di Schaupt ribattezzandola Fabrik photogr. Artikel Emil Hofert vorm. Ing. Richard Knoll (Fabbrica di articoli fotografici Emil Hofert ex Ing. Richard Knoll); in breve la sede è trasferita al n° 6 di Eilenburger Strasse ed ha inizio la costruzione di semplici apparecchi di tipo box. Continua la lettura di Eho Kamera-Fabrik GmbH / Altissa-Camera-Werk

La fotocamera Super Ikonta 531 (Super Ikonta A)

La Super Ikonta 531
La Super Ikonta 531

Si tratta di una delle fotocamere appartenenti alla lunga serie delle Super Ikonta, prodotte dalla Zeiss Ikon prima negli stabilimenti di Dresda e poi, nel secondo dopoguerra, in quelli di Oberkochen. Abbiamo già ripetutamente parlato di questa numerosa famiglia di folding e del relativo sistema di codifica, apparecchi di valore assoluto sia dal punto di vista ottico che meccanico, costruiti dal 1932 fino al 1960; questo modello in particolare è stato prodotto dal 1937 al 1955. E’ nota anche come Super Ikonta A, secondo una codifica utilizzata soprattutto nei paesi anglosassoni. E’ costruita in alluminio e acciaio, con rivestimento in vulcanite di colore nero, mentre il soffietto è in pelle del medesimo colore. L’esemplare fotografato è databile al 1950 circa. Continua la lettura di La fotocamera Super Ikonta 531 (Super Ikonta A)

La fotocamera Ihagee Auto-Ultrix n° 2860

La Ihagee Auto-Ultrix n° 2860
La Ihagee Auto-Ultrix n° 2860

Un apparecchio abbastanza particolare, che appartiene ad una lunga serie di fotocamere prodotte dalla Ihagee Kamerawerk Steenbergen & Co. di Dresda dal 1922/23 al 1939. Si tratta di una famiglia di folding che nasce con la Ultrix “modello base” e continua fino alla Auto-Ultrix-Junior prodotta dal 1935 al 1939: le numerosissime varianti implementate su questa lunga sequenza di apparecchi rendono estremamente difficile definire una mappa delle diverse combinazioni ottica-otturatore-formato, dal momento che si tratta di svariate centinaia di casi. I “rami” principali della famiglia sono nove (Ultrix, Ultrix-Duplex Nr.1560, Ultrix-Simplex, Ultrix-Automat N° 1250, Auto-Ultrix N° 2860, Auto-Ultrix N° 3860, Auto-Ultrix N° 2850, Zweiformat-Auto-Ultrix N° 2860, Auto-Ultrix-Junior), ma le diversificazioni sono tante e tali che anche i numeri di serie non costituiscono elementi di certezza; l’esemplare fotografato (n° 454110), per esempio, secondo alcune fonti dovrebbe essere una Zweiformat-Auto-Ultrix N° 2860, cioè una doppio formato 6 x 9 e 4,5 x 6, in realtà porta il solo formato 6 x 9 della normale Auto-Ultrix N° 2860. E’ comunque una fotocamera molto interessante, sia tecnicamente che esteticamente, con il frontale abbellito da un motivo decò in finitura cromata e dal classico logo costituito da un sole nascente su una luna calante.

Continua la lettura di La fotocamera Ihagee Auto-Ultrix n° 2860

La fotocamera Jubilette

La Jubilette
La Jubilette

La Jubilette deve il proprio nome al fatto di essere stata espressamente costruita con intento celebrativo in occasione dei trent’anni di attività della Balda-Werk Max Baldeweg di Dresda, fondata nel 1908. Si tratta di un modello più economico rispetto ad altre fotocamere prodotte dall’azienda in quel periodo, ma mostra comunque un buon livello tecnico/qualitativo. E’ un apparecchio molto maneggevole per le dimensioni alquanto ridotte. E’ rivestita di vulcanite di colore nero nella quale sono impressi il nome (sul frontale) e il marchio di fabbrica (sul dorso); il soffietto è in pelle di colore nero.

Caratteristiche  principali

–  Folding.

–  Formato del negativo mm 24 x 36 su pellicola in rullino 135.

–  Lo scorrimento della pellicola avviene da sinistra verso destra (dal basso verso l’alto con apparecchio in posizione verticale) mediante rotazione di una ghiera zigrinata; tale movimento si blocca nel momento in cui il fotogramma è in posizione, ma non determina il caricamento dell’otturatore. Continua la lettura di La fotocamera Jubilette

La fotocamera Pilot 6

La Pilot 6
La Pilot 6

La Pilot 6 è una fotocamera di medio formato costruita dall’azienda tedesca KW (Kamera Werkstätten Guthe & Thorsch GmbH) di Dresda, a partire dal 1936. E’, in ordine di tempo, il terzo modello della serie iniziata con la Pilot del 1931 e proseguita con la Pilot Box dell’anno successivo; sarà a sua volta seguita dalla Pilot Super del 1938. E’ stata prodotta in due versioni, differenti per i tempi di scatto, ma soprattutto per gli obiettivi, che nel secondo modello del 1938 sono intercambiabili. Il primo tipo presenta a sua volta diverse varianti, alcune dotate di  obiettivi prodotti dalla stessa KW con diversi valori di apertura massima e una in cui l’ottica è costituita da un Pololyt da 75 mm con apertura massima f/3.5 prodotto dalla Laack di Rathenow. L’esemplare fotografato appartiene alla prima serie, prodotta nel 1936.

Caratteristiche  principali

–    Reflex monobiettivo (SLR).

–    Formato del negativo cm 6 x 6 su pellicola in rullo 120 (12 fotogrammi). Esiste anche nel formato 4,5 x 6 (15 fotogrammi). Continua la lettura di La fotocamera Pilot 6

Agilux Ltd.

Pubblicità della Agifold
Pubblicità della Agifold

L’azienda britannica Agilux Ltd. viene fondata nel marzo del 1946 nella città di Croydon, nel Surrey, ma le sue origini sono più antiche in quanto nasce come impresa sussidiaria della società AGI (Aeronautical and General Instruments Co.), esistente nella stessa città fin dal 1915. La AGI fabbricava strumentazione aeronautica anche per usi militari e nel periodo immediatamente precedente la Seconda Guerra Mondiale aveva costruito una fotocamera reflex per riprese aeree; si trattava di un apparecchio chiamato Ari, che si basava dal punto di vista progettuale sulla famosa Reflex Korelle prodotta a Dresda dalla Franz Kochmann Fabrik Photographischer Apparate. Ne erano state prodotte due versioni, la Mark I e la Mark II entrambe molto utilizzate durante il conflitto. Al termine delle ostilità le importazioni inglesi di strumenti ottici dalla Germania vengono fortemente limitate e ciò costituisce un’opportunità per la AGI, che attraverso la consociata Agilux Ltd. si inserisce nel mercato delle fotocamere destinate ad usi civili. Continua la lettura di Agilux Ltd.

La Zeca Plattenkamera

La Zeca Plattenkamera
La Zeca Plattenkamera

Si tratta di una delle fotocamere di formato medio/grande prodotte dalla Zeh Camera Fabrik di Dresda a partire dal 1928. E’ la classica folding di quel periodo, un tipo di apparecchio fotografico prodotto da tutte le aziende del settore, a cominciare dalla Zeiss Ikon (Ideal, Orix, … ) e dalla Voigtländer (Bergheil, Vag, … ), solo per fare un paio di esempi riferiti a marchi molto noti. Il corpo macchina è costruito in legno, la piastra di base è in alluminio, entrambi rivestiti di vulcanite; il soffietto è in pelle di colore nero. La standarta portaottica è decentrabile sia verso l’alto che lateralmente ed è dotata di viti di blocco nella posizione voluta: i movimenti sono caratterizzati da estrema precisione. La fotocamera fotografata è databile al 1930 circa. Continua la lettura di La Zeca Plattenkamera

Zeh-Camera-Fabrik/Paul Zeh Kamerawerk

Il logo Zeca
Il logo Zeca

La fondazione di questa azienda risale al 1902, quando il “maestro meccanico” Paul Zeh inizia nella città di Dresda una propria attività per la produzione di articoli e accessori dedicati all’industria fotografica. La sua prima sede si trova al n° 6 della Freiberger Straße, sede che l’anno successivo viene spostata al n° 33 della Deubener Straße e al n° 29 della stessa strada nel 1908. Inizia poco dopo anche la produzione di componenti per otturatori, e a tale proposito va evidenziato che questi sono gli anni in cui Dresda si sta avviando a diventare uno dei punti di riferimento dell’industria fotografica mondiale, luogo dove sono già operanti aziende del livello della Richard Hüttig, della Emil Wünsche o della Ernemann. Nel 1913 ha inizio anche la produzione delle prime fotocamere. Dal 1922 il nome della società è Zeh-Camera-Fabrik, ma nel tempo, a seconda delle fonti, viene anche utilizzata la denominazione Paul Zeh Kamerawerk; si tratta comunque di un’impresa di dimensioni abbastanza ridotte, nella quale sono impiegate circa un ventina di persone, per lo più appartenenti alla famiglia. Continua la lettura di Zeh-Camera-Fabrik/Paul Zeh Kamerawerk

La fotocamera Balda Rollbox

La Balda Rollbox
La Balda Rollbox

E’ stata prodotta dalla Balda Werk Max Baldeweg di Dresda a partire dal 1934 ed è uno di quegli apparecchi che toccano il punto estremo per quanto riguarda la semplicità di ripresa, essendo praticamente privo di regolazioni di qualsiasi tipo; l’unica valutazione che il fotografo deve fare riguarda l’uso o dell’unico tempo di scatto o della posa B e decidere poi se vuole un’inquadratura orizzontale o verticale. E’ realizzata in lamiera metallica rivestita di vulcanite e si presenta comunque come un apparecchio solido e ben costruito che sul frontale porta una semplice decorazione di sapore “deco”, oltre alla targhetta cromata con il nome dell’apparecchio; il nome “Balda” è anche impresso su entrambe le fiancate.  L’esemplare fotografato è databile al 1934 circa. Continua la lettura di La fotocamera Balda Rollbox

Balda (Balda-Werk Max Baldeweg, Belca Werk, Balda-Bünde Kamera-Werk)

Il logo Balda
Il logo Balda

La fabbrica di articoli fotografici Max Baldeweg viene fondata a Dresda nel 1908 e la sua produzione riguarda essenzialmente componenti e accessori per fotocamere, come otturatori o chassis per pellicole in filmpack. Nel 1913 assume la nuova denominazione di Balda-Werk Max Baldeweg. Le prime fotocamere appaiono sul mercato nel 1925. A seguito di tale produzione si verifica un’espansione dell’attività e dal 1927 comincia ad apparire sul mercato una serie di apparecchi di medio formato sia per pellicole piane che per pellicola in rullo, dedicate ad un uso prettamente amatoriale. Continua la lettura di Balda (Balda-Werk Max Baldeweg, Belca Werk, Balda-Bünde Kamera-Werk)