Archivi tag: 1934

La fotocamera Fiamma Box

380 Foto 1
La Fiamma

Si tratta di un apparecchio fotografico poco conosciuto, un modello che tra l’altro non porta un nome particolare e che probabilmente è uno tra i primi costruiti dalla F.I.A.M.M.A. di Firenze nel momento in cui inizia a produrre semplici fotocamere per uso esclusivamente amatoriale. Fino a quel momento infatti l’azienda, che aveva in Antonio Bencini la sua mente animatrice, aveva realizzato apparecchi di tipo professionale e comunque di dimensioni e caratteristiche ben diverse da questa piccola box. Le sue dimensioni sono veramente minime: larghezza 6 cm, altezza 8 cm, profondità 5,5 cm. È quanto di più essenziale si possa immaginare sia dal punto di vista ottico che meccanico, probabilmente una sorta di “modello base” rispetto alla Fiammetta di cui già abbiamo parlato. Continua la lettura di La fotocamera Fiamma Box

La fotocamera Westminster

La Westminster
La Westminster

La Westminster è una fotocamera abbastanza particolare in quanto non figura fra i modelli prodotti dalla Welta Kamera Werk e l’unica indicazione riferita a questo marchio è riportata sulla cassa dell’otturatore. L’apparecchio però è praticamente identico ad una versione del modello “Perle”, prodotto dalla Welta durante gli anni Trenta in vari allestimenti, sia per quanto riguarda ottiche/otturatori, sia soprattutto per  i vari formati che vanno dal  4,5 x 6 al 6,5 x 11 cm: appare quindi ipotizzabile che questa fotocamera sia stata prodotta dalla Welta Kamera Werk per il mercato anglosassone. Tale ipotesi appare suffragata sia dal nome Westminster (impresso trasversalmente sul rivestimento del dorso), sia dal fatto che la scala di messa a fuoco è espressa in feet, sia infine dalla dicitura FOREIGN incisa su uno dei braccetti di apertura. L’apparecchio è costruito in alluminio con rivestimento in vulcanite di colore nero e profili cromati. L’esemplare fotografato è databile al 1934 circa. Continua la lettura di La fotocamera Westminster

La fotocamera Balda Rollbox

La Balda Rollbox
La Balda Rollbox

E’ stata prodotta dalla Balda Werk Max Baldeweg di Dresda a partire dal 1934 ed è uno di quegli apparecchi che toccano il punto estremo per quanto riguarda la semplicità di ripresa, essendo praticamente privo di regolazioni di qualsiasi tipo; l’unica valutazione che il fotografo deve fare riguarda l’uso o dell’unico tempo di scatto o della posa B e decidere poi se vuole un’inquadratura orizzontale o verticale. E’ realizzata in lamiera metallica rivestita di vulcanite e si presenta comunque come un apparecchio solido e ben costruito che sul frontale porta una semplice decorazione di sapore “deco”, oltre alla targhetta cromata con il nome dell’apparecchio; il nome “Balda” è anche impresso su entrambe le fiancate.  L’esemplare fotografato è databile al 1934 circa. Continua la lettura di La fotocamera Balda Rollbox

La fotocamera Rolleicord I “Deco” (Tapeten Rollei)

A mio parere la più intrigante delle numerose fotocamere che negli anni

La Rolleicord I Deco
La Rolleicord I Deco

Trenta molti costruttori rifinirono con motivi in stile déco.

E’ rivestita con lastrine di ottone nichelate e decorate a smalto nero; si tratta purtroppo di una finitura estremamente delicata, molto sensibile all’uso per quanto riguarda lo smalto e soggetta ad ossidazione.

E’ stata costruita dal 1933 al 1936, è abbastanza rara.

L’esemplare fotografato è databile al 1934 circa.

Caratteristiche  principali

–    Biottica

–    Formato del negativo cm 6 x 6 su pellicola in rullo 120

Inquadratura

  • mirino reflex a pozzetto fisso
  • mirino a traguardo

Correzione errore di parallasse

–    Messa a fuoco TTL su vetro smerigliato, facilitata con lente di ingrandimento

–    Messa a fuoco mediante due corpi scorrevoli uno dentro l’altro, azionabile con una manopola posta sul fianco sinistro Continua la lettura di La fotocamera Rolleicord I “Deco” (Tapeten Rollei)

La fotocamera Ensign Midget 55 (mod A/D)

La Midget 55 fa parte di una serie di piccoli apparecchi (cinque diversi

La Midget 55 A/D
La Midget 55 A/D

modelli) prodotti dall’azienda inglese Ensign dal 1934 al 1941.

Si tratta di una fotocamera dedicata soprattutto alle signore, in quanto le sue dimensioni sono così ridotte da poter essere contenuta comodamente anche in una piccola borsetta.

E’ costruita in lamiera verniciata di nero, il soffietto è in pelle del medesimo colore.

L’esemplare fotografato è stato prodotto nel 1936 circa.

Caratteristiche  principali

–    Microcamera folding

–    Formato del negativo cm 4 x 3 su pellicola in rullo Ensign E 10

–    Inquadratura:
con mirino a specchio reversibile orizzontale/verticale
con mirino a traguardo (telaio sulla piastra portaobiettivo e astina con finestra di collimazione sul corpo macchina)

–    A fuoco fisso

–    Obiettivo costituito da un semplice menisco di focale ed apertura massima non indicate (all’incirca 70 mm ed apertura f/8) Continua la lettura di La fotocamera Ensign Midget 55 (mod A/D)

Le fotocamere Super Ikonta

La Super Ikonta 531 (Super Ikonta A)
La Super Ikonta 531 (Super Ikonta A)

“Super Ikonta” è la denominazione data dalla Zeiss Ikon ad una serie di apparecchi che nel tempo diventeranno, al pari di altri, veri e propri simboli nel mondo della fotografia e che continueranno ad essere prodotti per moltissimi anni.

L’identificazione dei modelli Super Ikonta è un po’ complicata, in quanto tali apparecchi, prodotti in formati diversi e con dotazioni ottico/meccaniche differenti, vengono classificati dalla Zeiss Ikon con il codice numerico che contraddistingue tutte le sue fotocamere, ma anche, soprattutto nei paesi anglosassoni, con lettere dell’alfabeto a seconda del formato del negativo o di altre caratteristiche tecniche: questo fa sì che lo stesso modello possa apparire sia come Super Ikonta 530/2 sia come Super Ikonta C.

Ad aumentare l’incertezza va detto che mentre i codici saranno nel tempo modificati in base al progredire delle caratteristiche costruttive, l’identificazione dei formati del negativo mediante le lettere rimarrà la stessa, così che una Super Ikonta C è certamente una 6 x 9, ma per la Zeiss Ikon potrebbe essere sia una 530/2 che una 531/2 e quindi due modelli con caratteristiche diverse. Continua la lettura di Le fotocamere Super Ikonta