Archivi categoria: Olympus

Olympus (parte seconda)

Come già si è detto, il 1949 è un anno di svolta per la Olympus Kogaku Kogyo (Olympus Optical Company), dal momento che la produzione viene decisamente orientata verso fotocamere che utilizzano pellicola in rullino 135. Il primo modello è rappresentato dalla Olympus 35 a cui segue la Olympus 35IV. Si tratta di un apparecchio a mirino galileiano che monta un obiettivo Zuiko da 40 mm con apertura f/3.5, monta un otturatore Copal e che porta sul dorso i “segni della guerra” rappresentati dalla scritta MADE IN OCCUPIED JAPAN impressa nel rivestimento del dorso. Nel 1950 nei laboratori Olympus viene progettato il primo gastroscopio, strumento che permette di riprendere immagini dell’interno dello stomaco attraverso una sonda a fibre ottiche.
L’unica eccezione rispetto alla decisione di rivolgersi verso il piccolo formato è rappresentata dalla Olympus Flex del 1952, la prima biottica prodotta in Giappone, nata evidentemente sull’onda del travolgente successo commerciale incontrato dai diversi modelli di Rolleiflex prodotti dall’azienda tedesca Franke & Heidecke fin dal 1929. L’anno successivo vede l’apparizione della Olympus 35IVa, sostanzialmente identica al modello precedente, che appare leggermente modificata per quanto riguarda i tempi di scatto, ma soprattutto presenta la scritta MADE IN JAPAN. Nel corso degli anni Cinquanta vengono poi prodotti altri numerosi modelli, dalla Olympus 35S-3.5 del 1955 alla Olympus ACE del 1958. Continua la lettura di Olympus (parte seconda)

Olympus (parte prima)

Il primo logo utilizzato sulle fotocamere Olympus
Il primo logo utilizzato sulle fotocamere Olympus

La fondazione di una delle aziende più prestigiose del settore ottico-fotografico avviene il 12 ottobre 1919 a Tokyo, per iniziativa di Yamashita Takeshi e la prima denominazione è K.K. Takachiho Seisakusho: la produzione iniziale riguarda termometri e microscopi. Il fondatore proviene da un’esperienza lavorativa in questo settore presso la Tokiwa Shōkai, società che tra l’altro gli fornisce il sostegno finanziario per l’avvio dell’impresa e che durante il 1920 vende col proprio marchio i primi prodotti usciti dalla nuova fabbrica. La ragione di questa operazione va ricercata nel fatto che all’epoca il Giappone dipende di fatto dalle importazioni dalla Germania per quanto riguarda l’ottica di precisione ed è quindi evidente che la nascita di una nuova azienda in un settore così importante (non solo economicamente) viene in ogni modo favorita. Il marchio Olympus nasce dopo alcuni mesi e a partire dal 1931 comincia ad essere utilizzato il logo Olympus Tokyo. Fin dall’inizio il marchio si caratterizza per l’alta qualità dei prodotti e per l’attenzione dedicata alla ricerca e all’innovazione. La produzione dei primi dieci anni riguarda svariate apparecchiature in campo ottico con un particolare riguardo per il settore medico, tanto che nel 1933 la Takachiho diviene “Azienda approvata dalla Marina” per la fornitura di microscopi dotati di un’attrezzatura particolare destinata a riprendere fotografie su lastre di vetro del formato di 5,6 x 9,3 cm. Continua la lettura di Olympus (parte prima)