Archivi categoria: Meopta

La fotocamera Etareta

La Etareta

Abbiamo già accennato alle vicende storiche a seguito delle quali questo apparecchio è stato nel tempo prodotto da tre diverse aziende cecoslovacche, la Eta Praha presso la quale era stato progettato, la Meopta di Přerov ed infine la Druopta Praha. La sua apparizione è contestuale alla fine della seconda guerra mondiale e rimane sul mercato fin verso la metà degli anni Cinquanta del Novecento: è stata prodotta in numerosissime versioni, differenziate non soltanto per alcuni componenti sostanziali come le ottiche o gli otturatori, ma anche per particolari costruttivi di carattere puramente estetico, come le ghiere di carica e/o riavvolgimento della pellicola, oppure il rivestimento di colore rosso-marrone. La maggior parte dei modelli è dotata dell’otturatore Etaxa, prodotto specificamente per questo apparecchio, ma ne esistono esemplari sui quali sono stati montati il Compur della Friedrich Deckel oppure il Prontor II della Alfred Gauthier; tutte le Etareta montano l’obiettivo Etar, in cinque diversi tipi, da quello privo di indicazioni numeriche fino all’Etar IV. Continua la lettura di La fotocamera Etareta

La fotocamera Optineta

La Optineta
La Optineta

E’ stata prodotta dall’azienda cecoslovacca Meopta nella città di Přerov (attualmente Repubblica Ceca) negli anni 1959/1960. Ne esistono due versioni, che differiscono non nella sostanza, ma in due piccoli particolari di carattere estetico. Nei primi modelli prodotti è incisa la specificazione “MADE IN CZECHOSLOVAKIA” e la modanatura nella parte metallica posteriore interessa tutta la cassa e gira attorno all’oculare del mirino. Il rivestimento di vulcanite può essere di colore grigioverde oppure nero. Nella parte superiore della ghiera di carica (quella di destra) si trova il contafotogrammi, azzerabile manualmente, mentre sulla ghiera di riavvolgimento situata a sinistra appare la scala della sensibilità della pellicola (espressa sia in ASA che in DIN) impostabile per ricordare il tipo di pellicola in uso. L’esemplare fotografato è del tipo più recente, prodotto molto probabilmente nel 1960. Continua la lettura di La fotocamera Optineta

La fotocamera Flexaret VI (automat)

La Flexaret VI
La Flexaret VI

La Flexaret VI fa parte della numerosa famiglia di biottiche prodotte nella città cecoslovacca di Přerov a partire dal 1938/39, dall’azienda denominata prima Optikotechna e, dal secondo dopoguerra, Meopta. E stata costruita dal 1961 fino al 1967 e rappresenta, assieme alla successiva Flexaret VII del 1963, il top di questa serie di apparecchi; questo modello in particolare ha costituito un vero punto di riferimento e di arrivo sia per fotoamatori che per fotografi professionisti, non solo all’interno della Cecoslovacchia (attualmente Přerov si trova nella Repubblica Ceca), ma anche nel gruppo di paesi che all’epoca erano nell’orbita dell’ex Unione Sovietica. Può utilizzare sia pellicola in rullo 120 che in rullino 135, mediante il montaggio di un kit appositamente predisposto per la  modifica del formato. Sul dorso è presente una finestrella che segnala all’operatore il tipo di pellicola in uso mediante la visualizzazione del numero 60 (pellicola in rullo 120) o del numero 35 (pellicola in rullino 135): il cambiamento di numero avviene eseguendo le operazioni di montaggio/smontaggio del kit di riduzione del formato.

Il rivestimento esterno dei primissimi esemplari prodotti è del consueto colore nero, poi modificato nella caratteristica tonalità di grigio. L’esemplare fotografato (n° 14526) è databile al 1962 circa. Dal 1963 il numero di serie è preceduto da una cifra di prefisso (3-xxxxx per il 1963, 4-xxxxx per il 1964 … e così via). Continua la lettura di La fotocamera Flexaret VI (automat)

Meopta

Il logo Optikotechna
Il logo Optikotechna

La fondazione di questa azienda risale al 1933, quando l’ingegner Alois Beneš e il fisico Alois Mazurek danno vita alla Optikotechna nella città cecoslovacca di Přerov. In realtà le origini sono più antiche, in quanto l’iniziativa imprenditoriale è conseguente alla fusione di due precedenti attività nel settore ottico-fotografico, la Optikotechna Přerov e la C. P. Göerz Bratislava, quest’ultima esistente fin dal 1907 come stabilimento sussidiario della Optische Anstalt C. P. Goerz Aktiengesellschaft di Berlino. La produzione iniziale riguarda essenzialmente ingranditori per la stampa dei negativi, attrezzature per camera oscura ed ottiche da ingrandimento, progettate dallo stesso Mazurek. Già dal 1935 l’Optikotechna lavora per l’esercito cecoslovacco fornendo attrezzature ottiche a scopo bellico e nel periodo precedente il secondo conflitto mondiale viene acquistata dalla Zbrojovka di Brno che investe nell’azienda anche con la costruzione di un nuovo stabilimento. Dal 1939 ha inizio la produzione della fotocamera Flexette, una biottica di formato 6 x 6 che va ad aggiungersi alla già nutrita schiera di copie della Rolleiflex e che sarà l’inizio di una lunga serie di apparecchi TLR. Continua la lettura di Meopta