Archivi categoria: Lumière

La fotocamera Lumirapide

La Lumirapide
La Lumirapide

La Lumirapide è una delle innumerevoli fotocamere prodotte dall’azienda francese Lumière nel periodo precedente la seconda guerra mondiale; si tratta di un modello abbastanza comune, anche se meno frequente delle numerosissime Lumix o Lumirex, alle quali peraltro è molto somigliante. E’ la classica folding a pellicola, costruita in lamiera metallica rivestita di vulcanite di colore nero, sulla quale in questo caso appare stampato un motivo che imita la trama della stoffa. E’ stata costruita sia nel formato da 6 x 9 cm (come quella fotografata) sia in quello da 6 x 11 cm; ne esiste anche una versione dotata di otturatore che raggiunge la velocità di scatto di 1/125 di secondo. Sul mercato statunitense era conosciuta come Lumière Junior. L’esemplare fotografato è databile al 1938 circa. Continua la lettura di La fotocamera Lumirapide

La fotocamera Eljy

La Eljy
La Eljy

Si tratta di una microcamera prodotta dalla notissima azienda francese Lumière a partire dal 1937 in una lunga ed articolata serie di modelli e di varianti. In certi casi si incontrano delle difficoltà nell’identificazione di alcuni di questi apparecchi in quanto gli stessi presentano caratteristiche non del tutto coerenti con quella serie di parametri in base ai quali viene definita la loro collocazione temporale; ciò si verifica soprattutto con gli esemplari prodotti negli anni 1944-45, presumibilmente per le difficoltà connesse al periodo di guerra, quando furono probabilmente assemblati componenti nati per modelli leggermente diversi. Continua la lettura di La fotocamera Eljy

I fratelli Lumière

La notorietà dell’azienda francese Foto 1Lumière è comunemente legata all’invenzione del cinematografo, anche se la sua rilevanza storica è riferita non solo a questa particolare realizzazione, ma anche ad altre attività e/o prodotti legati più specificamente alla fotografia.

I personaggi quasi sempre citati come “fratelli Lumière” sono Auguste Marie Louis Nicholas Lumière  (1862-1954) e Louis Jean Lumière (1864-1948), figli di Charles Antoine (1840-1911), imprenditore e fotografo.

La famiglia è originaria di Besançon, ma nel 1870 si sposta a Lyon, dove entrambi i fratelli frequentano istituti scolastici di indirizzo tecnico; fino al 1892 lavorano nell’azienda paterna, il primo come direttore, il secondo come tecnico e ricercatore nel settore della fotosensibilità.

Parallelamente alla produzione di pellicole e lastre, nel 1893 portano a compimento la sperimentazione dell’apparecchiatura da ripresa e proiezione che li ha resi famosi, brevettata il 13 febbraio 1894. Continua la lettura di I fratelli Lumière

L’Autochrome

Una confezione di laste Autochrome
Una confezione di laste Autochrome

Il 17 dicembre 1903, la “Société Anonyme des Plaques et Papières photographiques A. Lumière et ses Fils” (più semplicemente “i fratelli Lumière”) brevetta il primo procedimento per realizzare immagini fotografiche a colori.

Tentativi ne erano stati fatti anche in tempi precedenti: nel 1891 il fisico franco-lussemburghese Gabriel Lippman mette a punto un metodo detto “interferenziale” (per il quale tra l’altro riceverà il Nobel per la Fisica nel 1908), ma la sua complessità è tale da non renderlo vantaggioso e quindi praticabile in ambito commerciale.

Le lastre preparate con il sistema dei fratelli Lumière saranno invece sul mercato a partire dal 1907 e rimarranno il principale prodotto sensibile a colori fino all’apparizione delle pellicole Kodachrome nel 1935 e Agfacolor l’anno successivo. Continua la lettura di L’Autochrome