Archivi categoria: Folmer & Schwing – Graflex Inc.

Folmer & Schwing Manufacturing Co. – Graflex Inc. (parte seconda)

La produzione di apparecchi fotografici nel periodo immediatamente successivo alla fine della seconda guerra mondiale riguarda innanzitutto svariate versioni della Speed Graphic, che continua ad essere prodotta non solo nel caratteristico formato da 4 x 5 inch (10 x 12 cm), ma anche in 2¼ x 3¼ (5,7 x 8,2 cm), 3¼ x 4¼ (8,2 x 10,7 cm) e 5 x 7 (13 x 18 cm). Dal 1947 appaiono le prime fotocamere del dopoguerra, chiamate significativamente “Pacemaker”, la Pacemaker Speed Graphics e la Pacemaker Crown Graphics, la cui produzione continuerà con opportune varianti fino ai primi anni Settanta; i formati sono sostanzialmente gli stessi, l’unica differenza rilevante è l’abbandono di quello da 5 x 7 inch. Si tratta di folding professionali dotate di messa a fuoco a telemetro, che nei primi esemplari è montato lateralmente sul lato destro e che successivamente viene posto nella parte superiore dell’apparecchio; i due modelli sono quasi identici e differiscono sostanzialmente per l’otturatore sul piano focale, che è presente soltanto sulla Pacemaker Speed Graphics. In alcuni casi è montato il tipo di dorso chiamato Graflok. Dal 1949 va in produzione la Century Graphics da 2¼ x 3¼ inch che presenta novità per quanto riguarda le ottiche dotate di trattamento antiriflesso e per la quale viene progettato un dorso in grado di montare, visto il formato, anche pellicola in rullo 120 e 620. Il corpo è realizzato in materiale plastico, monta il dorso Graflok e il telemetro si trova sulla parte superiore dell’apparecchio. Continua la lettura di Folmer & Schwing Manufacturing Co. – Graflex Inc. (parte seconda)

Folmer & Schwing Manufacturing Co. – Graflex Inc. (parte prima)

Pubblicità del 1910 circa

Le vicende storiche di questa azienda statunitense sono abbastanza complesse da descrivere, sia per la tormentata evoluzione organizzativa che l’ha caratterizzata nel corso di quasi novant’anni, sia per l’enorme quantità di fotocamere che ha prodotto, sia infine per la rilevanza che alcuni dei suoi apparecchi fotografici hanno avuto nella storia della fotografia. Così come in altri casi analoghi, il titolo fa riferimento soltanto alle denominazioni più note, in particolare per quanto riguarda il termine Graflex, marchio che ci riporta immediatamente alla fotocamera Speed Graphic, diventata nel corso del XX secolo una vera icona del fotogiornalismo grazie all’opera di tanti fotografi, primo fra tutti Arthur Fellig, più comunemente noto con lo pseudonimo di Weegee. La fondazione avviene nel 1887 ad opera di William F. Folmer e William E. Schwing che al 391 di Broadway, New York City, si dedicano alla produzione di biciclette e di componenti per apparecchi di illuminazione a gas. Gli affari sono evidentemente redditizi, visto che nel 1890 l’impresa assume la denominazione di Folmer & Schwing Manufacturing Co. con un capitale versato di 50.000 dollari. Continua la lettura di Folmer & Schwing Manufacturing Co. – Graflex Inc. (parte prima)