Archivi categoria: Dallmeyer

John Henry Dallmeyer

John H Dallmeyer
John H. Dallmeyer

John Henry Dallmeyer nasce in Germania, a Loxten, nel 1830 e ancora molto giovane lavora come apprendista presso un negozio di ottica di Osnabrück.

Nel 1851 emigra in Inghilterra e dopo aver svolto varie attività trova impiego nel settore ottico presso l’azienda londinese di Andrew Ross, fondata nel 1830 e già molto quotata a livello europeo per la fabbricazione di microscopi.

Dallmeyer si dimostra in breve un tecnico di valore, guadagnandosi la stima di Ross, anche perché con in suo arrivo l’attività viene allargata verso la produzione di ottiche per fotografia.

Nel 1854 sposa Hannah, la seconda figlia di Andrew, entrando in tal modo a far parte del gruppo familiare dirigente, e nel 1859, alla morte del fondatore, riceve un terzo di una corposa eredità, venendo in possesso di una cifra valutabile all’incirca in 20.000 sterline.

Assume la guida dell’azienda assieme al cognato Thomas Ross e nell’anno successivo, con l’accordo di quest’ultimo, fonda un proprio marchio dedicandosi in particolare alla produzione di obiettivi per fotocamere; anche la sua azienda è situata a Londra.logo_dallmeyer

Si dedica allo studio e allo sviluppo di sistemi ottici e nel 1862 produce il suo primo obiettivo da ritratto, il Triple Achromatic lens; nel 1866 ne concepisce un secondo (Patent Portrait lens) , a cui fanno seguito prima il Wide angle Rectilinear e infine la realizzazione che lo fa entrare nella storia della fotografia, il Rapid Rectilinear.

Quest’ultimo viene realizzato praticamente in contemporanea con uno schema ottico identico, l’obiettivo Aplanatico, studiato in Germania da Carl August von Steinheil. Continua la lettura di John Henry Dallmeyer

La fotocamera Dallmeyer Snapshot De Luxe

SnapshotDeLuxe
La Snapshot De Luxe

Si tratta di una fotocamera costruita nella versione De Luxe dal 1930 per pellicola in filmpack e dall’anno successivo per pellicola 120.

E’ dotata di regolazioni di ripresa di estrema semplicità, indicate con terminologia di tipo descrittivo.

E’ costruita in metallo rivestito di vulcanite ed appare molto curata dal punto di vista estetico.

L’esemplare fotografato è databile appunto al 1931.


Caratteristiche  principali

  • Folding a struttura rigida
  • Formato del negativo cm 6 x 9 su pellicola in rullo 120
  • Mirino a specchio reversibile per inquadratura orizzontale e verticale
  • Obiettivo Dallmeyer Anastigmat, con apertura massima f/6 e focale non indicata, presumibilmente 105 mm
  • Messa a fuoco su tre posizioni, NEAR – MEDIUM – DISTANT
  • Diaframma regolabile nelle posizioni DULL (apertura massima) e BRIGHT
  • Otturatore sempre in posizione di scatto con tempi SLOW (1/20 di sec) e FAST (1/40 di sec) più la posa TIME (T)

La fotocamera veniva costruita dalla Houghton Butcher Manufacturing Co. Ltd. per conto della Dallmeyer.