Archivi categoria: Ansco

La fotocamera Agfa-Ansco Readyset Royal N° 1

La Readyset Royal N° 1
La Readyset Royal N° 1

Si tratta di un apparecchio fotografico storicamente interessante in quanto costituisce uno degli esempi più evidenti della differente politica commerciale attuata dai costruttori americani rispetto a quelli europei, primi fra tutti quelli tedeschi. Questa fotocamera lo è in maniera particolare dal momento che porta anche il marchio di un costruttore tedesco, l’Agfa, che all’epoca era consociato con la statunitense Ansco. E’ stata prodotta presso gli stabilimenti della Ansco situati a Binghampton, nei pressi di New York. E’ uno strumento di una semplicità assoluta, che però mostra una “veste commerciale” molto accattivante: è utilizzabile praticamente da chiunque anche senza alcuna conoscenza di tecnica fotografica, ma esteticamente è molto bello. Il modello Readyset è stato prodotto dal 1925 fino ai primi anni Trenta del Novecento in vari modelli e in numerosi allestimenti diversi, relativi sia alla dotazione ottico-meccanica che al formato del negativo. Relativamente al tipo di pellicola sono stati utilizzati i rulli tipo 116, 120, 127 e 620. Il modello Readyset Royal è stato prodotto nelle varianti N° 1 e N° 1A. Le sue particolarità estetiche più evidenti sono costituite dal frontale dell’otturatore finemente decorato e dal rivestimento di colore marrone, trattato in modo da farlo assomigliare a pelle di struzzo. Il medesimo colore è applicato sia sulla pelle del soffietto, sia sull’interno della piastra metallica anteriore. Della N° 1A ne esiste una versione in cui la pelle del rivestimento esterno ricorda le tonalità della pelliccia della volpe argentata. L’esemplare fotografato è databile all’incirca al 1928. Continua la lettura di La fotocamera Agfa-Ansco Readyset Royal N° 1

La fotocamera ANSCO Viking Readyset

Foto 2
La Viking Readyset

La Viking Readyset è un apparecchio fotografico che, se non si può definire raro, è perlomeno poco comune. E’ una delle numerose fotocamere commercializzate nel secondo dopoguerra dall’azienda statunitense Ansco (Binghampton, New York), costruite però in Germania dalla consociata Agfa Camera Werk. Sulla targhetta presente sull’apparecchio si fa riferimento alla ANSCO-GAF e a tale proposto va precisato che l’acronimo GAF è riferito a “General Aniline & Film”, il nome che la Ansco aveva assunto dal 1939 e mantenuto fino al dopoguerra. Si tratta della classica realizzazione destinata ad un uso esclusivamente amatoriale, con le regolazioni ridotte al minimo, ma con un aspetto esteriore molto curato ed accattivante; le caratteristiche sono quelle della tipica folding a soffietto, costruita in metallo rivestito di vulcanite. L’esemplare fotografato è databile al 1954 circa. Continua la lettura di La fotocamera ANSCO Viking Readyset

La fotocamera Ansco 3A Folding

Il modello 3A è stato prodotto dalla Ansco nei formati Box, Buster Brown,

La Ansco 3A Folding
La Ansco 3A Folding

Folding, Folding Buster Brown e Speedex a partire dal 1908.

Nel modello Folding la struttura del corpo macchina è in legno mentre il dorso e la piastra anteriore sono in alluminio; è ricoperta con pelle di colore nero.

L’esemplare fotografato è databile al 1914 circa.

Caratteristiche  principali

–    Folding di tipo classico

–    Formato del negativo 3¼ x 5½ inch (8,3 x 14 cm)

  • su pellicola in rullo 18A/18B Ansco
  • su pellicola in rullo 122 Kodak
  • su lastra di vetro con l’uso di un apposito dorso

–    Inquadratura con mirino a specchio reversibile orizzontale/verticale

–    Messa a fuoco su scale espresse in metri oppure in feet, a loro volta suddivise per pellicola e per lastra Continua la lettura di La fotocamera Ansco 3A Folding

Ansco (Anthony & Scovill)

Il frontespizio di un catalogo Ansco del 1913
Il frontespizio di un catalogo Ansco del 1913

Le origini della Ansco risalgono al 1842 quando viene fondata a Binghamton, New York, la “E. & H.T. Anthony Co.”, società per la commercializzazione di dagherrotipi (una sorta di galleria) che nel 1847 inizia a vendere anche attrezzature fotografiche.

Negli anni Cinquanta e Sessanta del XIX secolo è, nel suo settore, il più importante distributore degli Stati Uniti e intorno al 1870 inizia a costruire fotocamere.

Nel dicembre 1901 si fonde con la Scovill & Adams diventando Anthony & Scoville, successivamente abbreviata in Ansco (1907); rileva poi anche la Goodvin, azienda costruttrice di pellicole, la Columbia, produttrice di carta fotografica e la American Photo Products Co.

E’ il primo fabbricante a brevettare un caricatore a pellicola che può essere montato in luce diurna.

Nel 1928 viene associata all’Agfa, diventando Agfa Ansco e aggiungendo quindi alla sua specifica produzione anche la commercializzazione su licenza di prodotti sia Agfa che di altre case produttrici.

L’azienda è controllata dalla Germania mediante una società con sede in Svizzera denominata “Internationale Gesellschaft fur Chemische Unternehmungen AG” (o IG Chemie), nome che nel 1929 viene cambiato in “American IG Chemical Corporation”, e nel 1939 modificato in “General Aniline & Film”: la produzione di fotocamere continua sotto il marchio “Agfa – Ansco”. Continua la lettura di Ansco (Anthony & Scovill)