Archivi categoria: Albini

La fotocamera Alba N° 29

La fotocamera Alba N° 29
La fotocamera Alba N° 29

E’ uno degli apparecchi “instant” prodotti dall’azienda Albini di Milano; si tratta di una fotocamera box di tipo classico, dotata però di parecchie regolazioni di ripresa, soprattutto se paragonata ad altre fotocamere coeve. E’ realizzata completamente in legno, rivestito in pelle di colore nero. L’esemplare fotografato è difficilmente databile, ma con una certa approssimazione si può dire che è stato costruito negli anni 1905-1910.

Caratteristiche  principali

–    Fotocamera di tipo box

–    Formato del negativo cm 9 x 12 su lastra di vetro.

–    Può contenere dodici lastre, che vengono premute in posizione di ripresa da una molla fissata alla parete di chiusura del dorso; il cambio della lastra è comandato da una leva presente sulla parte superiore dell’apparecchio che contestualmente fa avanzare anche il contapose. Ad ogni azionamento della leva la lastra esposta cade sul fondo dell’apparecchio e la successiva va in posizione di ripresa. La fotocamera va caricata e scaricata in camera oscura.

–    Inquadratura con due mirini a specchio, uno per l’inquadratura orizzontale e uno per quella verticale. Continua la lettura di La fotocamera Alba N° 29

Albini

Il logo delle fotocamere Alba
Il logo delle fotocamere Alba

Nell’ultimo decennio del XIX secolo la fotografia vive il suo primo momento di grande popolarità e larga diffusione, soprattutto dopo che le attrezzature da ripresa hanno cominciato ad essere più piccole e maneggevoli ed è stata introdotta la possibilità di eseguire più scatti senza la necessità di dotarsi di pesanti ed ingombranti strumentazioni. In questi anni vengono quindi avviate numerosissime piccole aziende per la produzione di questo tipo di apparecchi e mentre alcune di esse evolveranno poi in vere e proprie industrie di grandi dimensioni, altre resteranno a livello pressoché artigianale, rimanendo a volte in attività per periodi molto brevi. Questo fenomeno si verifica anche in Italia e anche se le sue dimensioni non sono paragonabili a quelle raggiunte in paesi come Germania, Inghilterra o Stati Uniti, dà luogo a numerosi piccoli laboratori che producono centinaia di modelli di fotocamere di buona parte delle quali si sono poi perse le tracce e la memoria. Una di queste aziende è la Albini di Milano, che viene fondata nel 1896 nella zona di Niguarda con lo scopo di costruire apparecchi fotografici del tipo definito all’epoca “detective”, cioè portatili ed usabili a mano libera senza effettuare complicate regolazioni; si tratta delle classiche box a lastre di diversi formati, costruite in legno e dotate all’interno dello spazio per contenere da sei a dodici chassis. Continua la lettura di Albini