La fotocamera Ferrania Ibis 34

La Ibis 34
La Ibis 34

Questo apparecchio viene prodotto dalla Ferrania a partire dal 1958 e va ad affiancare due fotocamere in produzione da cinque anni che già portavano il nome Ibis; l’aggiunta del numero 34 fa riferimento al formato del negativo, in analogia a quanto avverrà l’anno successivo con la Ibis 44. Si tratta del classico apparecchio di tipo amatoriale, che presenta comunque un minimo di regolazioni per la ripresa e la messa a fuoco. È di costruzione robusta, parte in bachelite di colore nero e parte in alluminio lucidato. Esteticamente assomiglia moltissimo alle prime versioni della fotocamera “Bella” prodotta nel medesimo periodo dalla Bilora, azienda tedesca ubicata a Radevormwald; non è chiaro se siano esistiti rapporti o accordi commerciali fra le due case costruttrici, di certo dal 1953 la Ferrania di riforniva di lenti per obiettivi dalla Steinheil di Monaco di Baviera dopo aver interrotto i rapporti commerciali con la Galileo. L’esemplare fotografato è databile ai primi anni Sessanta.

Caratteristiche principali

–    Compatta.

–    Formato del negativo cm 3 x 4 su pellicola in rullo 127. Il caricamento avviene mediante la completa rimozione del dorso.

–    Inquadratura con mirino galileiano.

–    Messa a fuoco su scala metrica da 1,5 m a ∞ mediante rotazione dell’obiettivo su vite senza fine.

–    Obiettivo fisso Acromatico Ferrania da 58 mm con apertura massima f/7.7.

–    Diaframmi f/7.7 – f/12, regolabili mediante lo spostamento di una levetta posta nella parte bassa del gruppo obiettivo/otturatore, che nella posizione f/12 inserisce davanti all’obiettivo una piastrina nella quale è praticato il relativo foro.

La parte posteriore dell'apparecchio con il dorso smontato
La parte posteriore dell'apparecchio con il dorso smontato

–    Otturatore a moto alternato con tempi di scatto di 1/50, 1/100, B selezionabili mediante una levetta posta nella parte superiore del gruppo obiettivo/otturatore.

–    La fotocamera è dotata di attacco sincro per l’uso del lampeggiatore, situato sulla parte superiore destra dell’otturatore.

–    L’avanzamento della pellicola avviene da destra verso sinistra attraverso la rotazione di una ghiera che contestualmente arma l’otturatore. Nella parte posteriore dell’apparecchio, accanto a tale ghiera, si trova una piccola finestrella rotonda che è colorata in rosso quando l’otturatore è scarico e in bianco quando invece è in posizione di scatto.

–    L’avanzamento dei fotogrammi è controllabile mediante due finestrelle rotonde schermate di colore rosso presenti sul dorso; è chiaro che trattandosi di negativi mezzo formato lo stesso numero deve apparire prima nella finestrella di destra e poi in quella di sinistra.

–    La fotocamera è dotata della slitta portaccessori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *