The Monroe Camera Company

203 Foto 1
Il logo Monroe

La fondazione della Monroe Camera Company risale al 1897 e le sue origini sono legate a quel fiorire di iniziative imprenditoriali che porteranno la città statunitense di Rochester a diventare uno dei poli mondiali dell’industria fotografica. La nascita dell’azienda è opera di Fred A. Sherwood, un commerciante di cuoio e pellami, in società con Charles V. Case, di professione contabile, e con Albert Beir; quest’ultimo dall’anno precedente aveva già avviato un’attività artigianale per la produzione di fotocamere. La sede è ubicata in un edificio al 48 di Stone Street e il nome deriva da quello della Contea di Monroe, stato di New York, di cui Rochester è il capoluogo. L’avvio della produzione è molto rapido e già nel corso dell’anno successivo sono in vendita svariati tipi di fotocamere folding, tanto che sul finire del 1898 una pubblicità diffusa dalla compagnia afferma che sono in produzione ben ventidue varianti dei suoi diversi modelli, diversificate per tipo e/o per formato.

Va detto che si tratta di apparecchi folding costruiti in legno, dalla struttura relativamente semplice, nei quali va poi assemblato il gruppo obiettivo/otturatore, componente che per la quasi totalità dei marchi statunitensi è prodotto dalla Bausch & Lomb, ubicata proprio a Rochester.203 Foto 2

Queste fotocamere diventano in breve molto popolari, soprattutto per le dimensioni ridotte e la conseguente maneggevolezza d’uso; ad incontrare il successo maggiore sono i modelli “pocket”, apparecchi che possono stare in tasca dal momento che, come afferma una pubblicità dell’epoca, una volta richiusi non superano lo spessore di un pollice e mezzo (cm 3, 81). Appartengono a questo tipo la Pocket Monroe No. 2, la leggera Tourist Pocket Camera e la Monroe Vest Pocket Camera. L’azienda è presente anche sul mercato europeo attraverso l’agenzia londinese Goldman & Company e nei primi mesi del 1899 la quasi totalità della produzione viene esportata in Europa. Nonostante questa situazione favorevole appare comunque evidente che tante piccole aziende non potranno singolarmente reggere a lungo il confronto commerciale con la Kodak di George Eastman e quindi anche la Monroe partecipa alla fusione che porta alla nascita della Rochester Optical and Camera Company. Oltre alla Monroe partecipano all’operazione la Ray Camera Company, la Rochester Optical Company, la Rochester Camera and Supply Company e la Western Camera Manufacturing Company di Chicago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *